Paura del giudizio e del rifiuto: due cose da eliminare

In questo articolo ti spiegherò brevemente perché la paura del giudizio e del rifiuto sono inutili.

 

Paura del giudizio e del rifiuto
Paura del giudizio e del rifiuto

Se cerchi di smettere di capire come superare la timidezza sicuramente avrai a che fare con queste due cose: la paura del giudizio e del rifiuto.

 

Viviamo in una società ” fotocopia ”, dove se non si è conformi alla massa si rischia di essere tagliati fuori.

 

 

Così si ricerca il vestito alla moda, il telefono nuovo modello o il fisico perfetto per alzare la nostra autostima, non essere più timido e venire accettati dagli altri per paura del giudizio e del rifiuto.

Queste paure ce le portiamo dentro dalla preistoria: infatti le persone vivevano in branco ed agivano per esso, con la paura di essere giudicati o rifiutati.

Oggi le cose sono cambiate e anche se veniamo giudicati o rifiutati da qualcuno questo non mette a rischio la nostra sopravvivenza. Ora andremo ad analizzare nel concreto queste due paure che sicuramente ti rendono più timido:

 

VUOI SUPERARE LA TIMIDEZZA? CLICCA QUI SOTTO

 

 

Paura del giudizio e del rifiuto: il rifiuto

 

No, no, no e poi no! Mamma mia… quanto ci fa paura questa parola? 🙂

Chi ha rinunciato almeno una volta nella vita ad un’occasione, anche importante, per la paura del no, alzi la mano! La alzo pure io e tante volte anche 😀

Mi è capitato molte volte di non andare a parlare con una ragazza che mi piaceva o non rispondere ad un offerta di lavoro per questa motivazione quando ero timido. Ma analizziamo razionalmente la situazione:

N-O sono solo due lettere, è il significato che noi diamo a queste lettere che fa la differenza! 

Tutto dipende dai nostri pensieri e se noi siamo impauriti e pensiamo di ricevere il no, così sarà! Se vogliamo evitarlo rischiamo di agire male o ancora peggio non agire.

Ora propongo un approccio contro intuitivo: agisci per prendere il no! 

Ti svegli la mattina, ti guardi allo specchio ( sorridente mi raccomando) e dici ”ok… oggi voglio prendere dieci no! Sono pronto!”

 

  • Cerchi lavoro? Benissimo! Una bella occasione per prendere il no
  • Ti piace una ragazza per strada? Vai a conoscerla se prendi il no bene, se prendi il sì ancora meglio 😉
  • Devi chiedere soldi ai genitori o ferie al lavoro? Stessa cosa come scritto sopra

 

Agendo per il no,ti abituerai a riceverlo e ti desensibilizzerai, ma soprattutto scoprirai che riceverai dei sì dove neppure non immaginavi. A quel punto capirai che le tue paure erano futili.

 

Paura del giudizio e del rifiuto: il giudizio

 

Basta accendere la TV per vedere un’insieme di persone che giudicano il prossimo. Se ne stanno seduti in un salotto, comodi comodi e parlano… e giudicano… e sparano sentenze… poi delle volte bisticciano pure! Ti consiglio di eliminare o diminuire la televisione: da quando l’ho fatto c’è molta più positività nella mia vita.

Molto spesso chi ci giudica ha molti più problemi di noi e tende ad alzare la propria autostima abbassando quella del prossimo.

Spesso è un giudizio soggettivo che non ti deve interessare: se uno ti dice che hai delle brutte scarpe non significa che siano veramente brutte, sono brutte per lui ed i suoi gusti. Spesso sento frasi come ”sii realista” o ”guarda la realtà” e mi viene parecchio da ridere.

La realtà è soggettiva e tu puoi creare la tua realtà! Ogni persona ha la propria realtà e credimi… è troppo incentrata su quella per seguire pure la tua! Siamo degli egocentrici e pensiamo che l’attenzione è focalizzata su di noi. Frasi come:

 

  • Sarò vestito bene?
  • Cosa penseranno di me?
  • Se dico questa cosa poi mi prenderanno in giro?
  • O la famosissima: cosa dirà la gente?

 

Sono futili! Alla gente non interessa di te, ma se anche fosse pazienza. Evidentemente non hanno una vita interessante e devono giudicare quella del prossimo. Il teatro è molto buono per superare questa paura, ne ho parlato qui

Un’altra buona soluzione è fare qualcosa di ”fuori dal comune” per essere ammirato e giudicato. Ad esempio nei locali io mi sforzavo sempre di ballare sul cubo (anche se come ballerino faccio pena!) o andavo con qualche accessorio stravagante che attirava l’attenzione. Con il tempo ti abituerai ed il giudizio degli altri non ti farà alcun effetto.

Ok… eccoci giunti alla fine di questo breve e concreto articolo.

Ricapitoliamo

 

  • Agisci in funzione del no
  • Esponiti al giudizio

 

Non partire con cose difficili ma parti con piccole azioni che ti creano poca ansia, poi cresci gradualmente.

 

VUOI SUPERARE LA TIMIDEZZA? CLICCA QUI SOTTO

 

 

Risveglia l’eroe che c’è in te!

Ivan Cetina

 

Facebook Comments

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
La tua timidezza ha il tempo contato!

Scrivi la tua email nello spazio qui sotto, spunta l'accettazione della privacy e premi il pulsante 'Sì, lo voglio!'

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco