Come mantenere la calma ed il buon umore

Come mantenere la calma ed il buon umore anche se oggi sei un vulcano in fiamme? Direi che è una domanda fondamentale: in questo articolo ti spiegherò l’importanza delle reazioni e come controllarle può veramente farti ottenere più successo nella tua vita sociale e carriera lavorativa…

come mantenere la calma
come mantenere la calma

 

Spesso non sai come mantenere la calma, ti senti a disagio bloccandoti nelle seguenti situazioni anche se ogni volta ti riprometti di non farlo?

 

 

 

  • Conosci una ragazza che ti piace ma ogni volta che lei si avvicina non sai come mantenere la calma: inizi a balbettare, tremare e diventi rosso come un peperone.

 

  • Ogni sera prima di andare a dormire ti poni l’obiettivo di fare una buona conversazione con lei e magari anche chiederle di uscire, ogni mattina non ci riesci e rimandi al giorno dopo.

 

  • In mezzo alle persone sei a disagio e ti mangi le unghie dal nervoso non riuscendo ad esprimere mai la tua opinione risultando antipatico alle altre persone

 

  • Sei molto emotivo ed irritabile, te la prendi spesso e facilmente anche per delle sciocchezze perdendo così un sacco di amici, occasioni lavorative o potenziali ragazze.

 

Se ti ritrovi nella lista sopraelencata sappi che ti capisco, anche io ho avuto questi problemi, so come ci si sente: nonostante tu voglia controllare il tuo corpo ed impedirgli di arrossire, balbettare o addirittura tremare in presenza di superiori o estranei, ogni volta si ripresenta lo stesso problema.

Soffri sempre di più perché quando capita che sei a disagio o stressato da una determinata situazione, ti rendi conto che sei impotente davanti ad una ”macchina” (il tuo corpo) che ti comanda.

Il tuo cervello impara per EMOZIONE e RIPETIZIONE installando dei veri e propri programmi come se fosse un computer, immagina quindi di avere un’intero sistema operativo nel quale ogni giorno tramite l’apprendimento carichi qualcosa.

Continua a leggere qua sotto e ti spiegherò esattamente come mantenere la calma: ti spiegherò il meccanismo esatto che usa il tuo cervello per apprendere nuovi comportamenti.

Il periodo fondamentale in cui ”installi” i programmi che ti faranno compagnia in futuro è durante l’infanzia. L’educazione dei genitori e della società è fondamentale: immagina se tu fossi cresciuto in Africa… sicuramente ti comporteresti in maniera diversa rispetto ad ora e daresti un valore differente alle cose! 🙂

Altro punto importante sono gli eventi che hai vissuto durante il periodo infantile: anche in questo caso un bambino cresciuto nel lusso si comporterà diversamente da uno cresciuto in strada semplicemente perché ha installato programmi differenti.

Quando vedo un ragazzo in ansia per un esame, un colloquio di lavoro o semplicemente conoscere una nuova ragazza sento spesso l’amico di turno che dice ”sii te stesso” oppure ”sii naturale”.

Mi viene da sorridere perchè tutti i tuoi comportamenti sono dovuti a ciò che hai imparato dalla famiglia e dalla società: sei veramente naturale o segui uno schema prestabilito?

 

Se vuoi imparare come meditare in maniera efficace per poter così mantenere la calma ed il buon umore anche nelle situazioni di stress e disagio clicca qui sotto: (gratis)

 

Come mantenere la calma: scopri i due punti fondamentali

 

Immagina un bambino di cinque anni che gioca a pallone in giardino felice e spensierato con i suoi amici. Come è giusto che sia, insieme agli altri bambini fa confusione e liberà tutta la sua creatività ed istinto giocoso.

Ad un certo punto arriva la madre che con fare severo urla ”Quante volte t’ho detto che non devi urlare! I vicini ti sentono! T’avverto questa è l’ultima volta”. Il bambino non ci dà molto peso e continua a giocare come se  nulla fosse successo .

All’improvviso però, ritorna la madre arrabbiatissima che lo sculaccia davanti ai suoi amici. Esageriamo un po e facciamo finta che questa scena si ripeta diverse volte.

 

  • EMOZIONE =  emozione negativa per essere stato umiliato davanti ai propri amici

 

  • RIPETIZIONE = rafforzamento dell’ emozione negativa creando un collegamento solido che rimane duraturo nel tempo.

 

In questo modi si va a creare un solido PROGRAMMA MENTALE che va ad influenzare tutte le scelte future del bambino: egli infatti inconsciamente ha capito che ESPRIMERSI = BRUTTA COSA ed ogni volta che avrà l’occasione di farlo (a scuola con l’insegnante, a lavoro con il capo o semplicemente quando dovrà dichiararsi ad una ragazza) avrà la paura inconscia di essere ”ferito”.

Il tuo cervello in questo caso non fa nulla di male: cerca semplicemente di proteggerti facendoti evitare il dolore che potrebbe derivare (secondo lui, a livello inconscio) da quella determinata situazione.

 

Un emozione forte o un determinato comportamento ripetuto diverse volte creano un programma mentale solido che influenza le nostre scelte e le nostre reazioni.

 

Volgi ora uno sguardo al tuo passato e pensa se ci possono essere state situazioni che hanno influenzato il tuo modo di agire e comportarti. Io per esempio, da bambino sono stato costantemente preso in giro da altri bambini e questo ha portato in me una grande paura del giudizio e del rifiuto che poi ho superato successivamente (con molta fatica!).

Come mantenere la calma: perché se non lavori sulle tue ”reazioni” la tua vita non migliorerà mai 

Il termine reazione in parole semplici significa un comportamento di risposta ad un’azione altrui. E’ di vitale importanza imparare a reagire bene e capire come mantenere la calma in più situazioni possibili e non farsi sopraffare dall’emotività che molto spesso ti fa dire / fare cose delle quali successivamente ti penti.

 

  • Ti è mai successo in un momento di rabbia di rispondere male ad una persona e poi pentirtene amaramente?

 

  • Hai mai perso un’ occasione lavorativa importante perché sei andato sotto pressione nei giorni di prova?

 

Lo ammetto senza peli sulla lingua a me è successo un sacco di volte soprattutto in ambito lavorativo. Portavo spesso curriculum a mano e mi presentavo anche abbastanza bene ottenendo diversi colloqui.

Al colloquio già iniziavo a sentirmi sotto pressione ma comunque in qualche modo riuscivo a superarli. Il problema, da buon ragazzo timido qual’ero, emergeva quando venivo messo alla prova: subentrava l’enorme paura del giudizio e del rifiuto che avevo; iniziavo ad agitarmi, tremare e parlavo poco per paura di dire qualcosa di sbagliato risultando così antipatico e associale.

Venivo rifiutato di continuo, spesso anche con poca delicatezza e parole pesanti. Come se non bastasse dopo ogni rifiuto dovevo subire i rimproveri della famiglia che non capiva il perché di tutti i numerosi rifiuti ricevuti e lo collegava al mio scarso impegno.

Nell’esempio riportato la reazione non è dovuta ad un fatto reale ma ad un’immaginazione creata dalla mia mente. Io avevo paura di prendere il rifiuto perché già immaginavo quella situazione nella mia mente, di conseguenza tutto il modo di fare e pensare era in negativo. Ogni correzione che mi veniva fatta o consiglio io lo vedevo come un ulteriore passo per essere mandato a casa.

 

Questo è un comportamento tipico da ragazzo timido: si immagina la situazione nella propria mente in negativo ancora prima che avvenga.

 

 Come mantenere la calma: direziona i tuoi pensieri come vuoi tu senza fatica anche se oggi sei pieno di pippe mentali

 

Avrai sicuramente capito avendo letto l’articolo fino a qua che la differenza tra successo ed insuccesso sta nella qualità dei propri pensieri e nella capacità di controllarli.

Immaginare la situazione in negativo ed averne paura ancora prima che accada porta al cervello un messaggio di pericolo, creando una serie di percorsi neurali ed un effetto domino sempre peggiore.

Immagina i pensieri negativi come una valanga: più aggiungi altri pensieri è peggio sarà per il tuo corpo e la tua mente , i quali cercheranno di fuggire da quella specifica situazione.

Prendendo un esempio molto comune possiamo menzionare il classico uomo che vuole andare a conoscere una specifica ragazza in un pub affollato. Lei lo guarda e aspetta speranzosa una sua mossa, lui nonostante venga incitato dagli amici non si muove:

 

  • E se poi mi rifiuta davanti ai miei amici e tutta la gente del pub?

 

  • E se poi non riesco a mantenere la conversazione?

 

  • Cosa penserà la gente che mi vede andare da lei? 

 

La reazione del cervello a questi pensieri sarà: FAR EVITARE A TUTTI I COSTI AL RAGAZZO DI ANDARE DALLA RAGAZZA.

E’ bene che impari a controllare i tuoi pensieri capendo cosa ti passa per la testa e decidendo se dare attenzione oppure no. Se rimani controllato dai tuoi pensieri passerai una vita intera a fuggire da situazioni che potrebbero portarti ottime opportunità: sarai guidato dalla paura!

E sai cosa vuol dire essere guidato dalla paura?

Costruirsi pian piano una prigione mentale che a lungo andare ti porterà un sacco di problemi nel lavoro e nelle relazioni. Rimarrai solo, rinchiuso nel tuo piccolo mondo dove farai sempre le stesse cose e otterrai sempre gli stessi risultati. Quando sarai vecchio sul letto di morte guarderai la tua vita e capirai che è stata uno schifo.

Hai la possibilità di cambiare tutto questo, non è facile, ma non è nemmeno impossibile: ci vuole costanza e determinazione.

Uno strumento efficace che ti permette di svuotare la mente e controllare i tuoi pensieri è la meditazione, essa è infatti una pratica che si utilizza per mantenere la calma e ottenere una maggiore padronanza della mente.

E’ comprovato da diversi studi che la pratica meditativa allevia lo stress e porta maggiore benessere psicofisico, i vantaggi sono comunque innumerevoli:

  • La meditazione aiuta a ridurre il dolore fisico. I ricercatori americani hanno effettuato un test su 15 volontari. Dopo aver indotto dolore fisico nei partecipanti, i soggetti hanno seguito 4 lezioni di meditazione da 20 minuti . Dopo il breve corso di meditazione il dolore dei volontari è diminuito dall’11%. Un buon risultato. E tentare, dopotutto, non può avere effetti collaterali.

 

  • La meditazione è il miglior vaccino per l’influenza. I ricercatori sono giunti a questa conclusione dopo aver effettuato un test di 8 settimane su un gruppo di volontari formato da 154 persone adulte di entrambi i sessi.

 

  • La meditazione aiuta la memoria e la concentrazione grazie alle tecniche di rilassamento che donano maggiore lucidità al cervello e aumenta anche la materia grigia del cervello.

 

  • Meditare aiuta ad incrementare la produttività sul lavoro grazie all’aumento della concentrazione.

 

  • La meditazione, insieme a uno stile di vita sano, può aiutare chi soffre di pressione alta a ridurre l’ipertensione.

 

  • Meditare riduce la tua tensione muscolare rendendoti più sciolto e flessibile.

 

  • Meditare aumenta notevolmente l’autostima e rilascia le endorfine, sostanze responsabili per il buon umore

 

  • E tanti altri ancora…

 

Questi sono solo alcuni dei benefici dovuti alla pratica meditativa costante.

 

Se vuoi imparare come meditare in maniera efficace per poter così mantenere la calma ed il buon umore anche nelle situazioni di stress e disagio clicca qui sotto: (gratis)

 

 

Risveglia l’eroe che c’è in te!

Ivan Cetina

 

Facebook Comments

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
La tua timidezza ha il tempo contato!

Scrivi la tua email nello spazio qui sotto, spunta l'accettazione della privacy e premi il pulsante 'Sì, lo voglio!'

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco